aero club italia
facebook
Aero Club Bresso
home->il club->il codice etico

codice etico dell'aero club bresso

Il presente codice risponde all'esigenza, già presente nell'ordinamento generale, di definire principi guida del corretto comportamento degli appartenenti all' Aero Club Bresso nell'esercizio della loro attività sia di dipendenti sia di soci ed allievi. Nella predisposizione di tale documento, si è tenuto conto dell'esperienza nazionale, ove si è già da tempo affrontata la questione con l'emanazione di un decreto ministeriale ad hoc, nonché della ricca esperienza statunitense, dove i dipendenti pubblici e quelli privati sono soggetti a vari "codici etici", che forniscono direttive in merito al corretto svolgimento dei compiti affidati, ai rapporti con il pubblico e alla vita privata.
Si sono quindi definiti criteri generali, tenendo presenti le caratteristiche peculiari della particolare struttura sociale, dell' amministrazione indipendente a cui è affidato il perseguimento di uno specifico interesse di carattere generale e costituzionalmente garantito, la tutela della serietà dei servizi istruzionali e il rispetto delle normative attuali e future. La serietà, la riservatezza, la correttezza nei rapporti con soggetti interessati a qualunque titolo all'attività svolta dalla Associazione e dalla futura scuola, costituiscono quindi requisiti indispensabili per la particolare posizione degli appartenenti al sodalizio nello svolgimento delle loro funzioni e nella fruizione dei servizi.

Art. 1 - Definizioni
1. Nel presente codice:
• per Aero Club si intende l'Aero Club Bresso;
• per C.D. si intende Consiglio Direttivo
• per ufficio si intendono le Direzioni e gli Uffici segreteria che compongono la struttura
• per responsabile dell'ufficio si intende colui che è preposto alla funzionalità dell'ufficio.

Art. 2 - Ambito di applicazione
1. Le disposizioni del presente codice si applicano a tutti i dipendenti, a coloro che siano titolari di un contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, a coloro che operino presso l'Aero Club in posizione di comando nonché a coloro che siano titolari di un rapporto di consulenza, agli allievi, ai soci ed ai loro ospiti e a coloro che chiedono l’iscrizione all’Aero Club.
2. I soci sono direttamente responsabili dei comportamenti degli ospiti da loro invitati nei locali e nelle pertinenze di uso e frequentazione del club.
3. Le disposizioni del presente codice, di cui agli articoli 4,5,6,7,8,9,11 si applicano in particolar modo al Presidente ai Componenti del C.D. e ai dipendenti, che a tal fine intrattengono i necessari rapporti direttamente con il soggetto incaricato della vigilanza di cui all'art. 14.
4. Gli Articoli 2104 e 2105 del Codice Civile indicano quali sono gli obblighi di chi lavora per l' Aero Club. Approfondimenti in tal senso sono riportati a pag. 4/Prescrizioni/Fonti Normative del Manuale delle Procedure / § 2 / Procedura Comportamento.

Art. 3 - Disposizioni di carattere generale
1. Le disposizioni del presente codice costituiscono specificazioni degli obblighi di Diligenza, Lealtà, Verità, Onestà, Rispetto, Rettitudine, Disciplina, Preparazione, Riservatezza, che qualificano il corretto comportamento dei dipendenti, dei soci e degli allievi.
2. Il dipendente, l'allievo ed il socio si impegnano ad osservare il presente codice all'atto della sottoscrizione del contratto di lavoro, o della sottoscrizione della richiesta di associazione.
3. Il mancato rispetto o la mancata sottoscrizione di queste disposizioni, determinano automaticamente il decadimento del rapporto di lavoro, di collaborazione, di iscrizione alla compagine sociale ed il respingimento delle domande di iscrizione al Club ed alla scuola di volo.

Art. 4 - Principi generali di comportamento
1. Il dipendente si impegna a svolgere la sua attività dedicando la giusta quantità di tempo e di energie allo svolgimento dei propri compiti, nella consapevolezza di essere giustamente remunerato ogni giorno per il proprio lavoro.
2. Il comportamento del dipendente è tale da stabilire rapporti di fiducia e collaborazione tra l'Aero Club e i soggetti interessati a qualunque titolo all'attività da essa svolta. A tal fine, sia nelle comunicazioni epistolari che in quelle orali ed elettroniche, manifesta disponibilità e cortesia, usando un linguaggio semplice, motivando le sue risposte, collaborando se possibile alla identificazione della soluzione ma limitatamente alla sua specifica conoscenza e ambito di competenza.
3. Il dipendente ed il collaboratore non utilizza a fini privati le informazioni di cui dispone per ragioni di ufficio, non fornisce informazioni in merito a questioni in corso di valutazione presso l'Aero Club e si astiene dal manifestare opinioni e giudizi su specifici affari sui quali l'Aero Club si debba pronunciare, salvo il caso in cui un responsabile o un membro del C.D. non ne facciano specifica richiesta. Un approfondimento in questo senso è a disposizione dell'utente e del socio nel documento relativo al "Codice di Comportamento" contenuto nel "Manuale delle Procedure" per i dipendenti ed i collaboratori e disponibile sul sito internet per i soci.
4. Nell'uso dei beni di cui dispone per ragioni di ufficio, il dipendente si comporta in modo da poter sempre giustificare al C.D. ed ai soci, tale uso come conforme al corretto esercizio della propria attività professionale.
Il presente articolo è meglio approfondito nel documento relativo al "Codice di Comportamento" contenuto nel "Manuale delle Procedure" per i dipendenti ed i collaboratori e disponibile in via elettronica per i soci e di cui il dipendente ha dichiarato di averne presa visone e di averne condiviso il contenuto.

Art. 5 - Imparzialità
1. Il dipendente opera con imparzialità, evita trattamenti di favore, respinge pressioni indebite ed assume le proprie decisioni nella massima trasparenza, evitando di creare o di fruire di situazioni di privilegio.
2. Nello svolgimento dei suoi compiti, il dipendente:
a) non assume impegni, non dà indicazioni, né fa promesse o rassicurazioni in ordine a
questioni che rientrino nella competenza della Direzione dell' Aero Club;
b) non partecipa ad incontri informali con soggetti interessati su questioni rilevanti ai fini dell'attività d'ufficio e dell'attività sociale, se a ciò non espressamente autorizzato dal responsabile dell'ufficio; in particolare, non partecipa ad incontri informali aventi ad oggetto provvedimenti, fatti ed eventi non ancora decisi dall'Aero Club o non comunicati ufficialmente alle parti;
c) in ogni caso, non incontra soggetti interessati in procedimenti presso l'Aero Club se non alla presenza di almeno un altro funzionario o responsabile;
d) mantiene un comportamento imparziale in occasione di esami o di attività di qualificazione o certificazione, nonché in occasione di promozioni, trasferimenti, licenziamenti.
3. Il dipendente evita di frequentare associazioni, circoli o altri organismi di qualsiasi natura, qualora da ciò possano derivare obblighi, vincoli o aspettative tali da poter interferire con l'esercizio delle funzioni di istituto.
4. Il Presidente, i componenti del Consiglio Direttivo, la Direzione Scuola ed i suoi componenti che si trovino nelle situazioni di cui al precedente comma 2, lettere b) e c), ne informano comunque ufficialmente e formalmente il Consiglio Direttivo che potrà meglio definire l'opportunità di tale comportamento.

Art. 6 - Conflitto di interessi - Obblighi di dichiarazione e di astensione
1. Il dipendente o il socio nell'esercizio delle sue funzioni, evita di assumere decisioni o di svolgere attività inerenti alle sue mansioni in situazioni, anche solo apparenti, di conflitto di interesse.
2. Il dipendente o il socio, informa per iscritto il responsabile dell'ufficio, degli interessi finanziari e non finanziari, che egli, il coniuge, suoi parenti entro il terzo grado o soggetti conviventi abbiano nelle attività o nelle decisioni di competenza del club. Su motivata richiesta del Presidente o del C.D., il dipendente fornisce ulteriori informazioni sulla propria situazione patrimoniale e tributaria.
3. Il dipendente o il socio informa tempestivamente il Responsabile dell'Ufficio dei contatti avviati con soggetti, anche solo potenzialmente destinatari di interventi dell'Aero Club, in vista dell'assunzione di attività al di fuori dello stesso Aero Club.
4. Il dipendente o il socio si astiene dal partecipare all'adozione di decisioni o ad attività dell'Aero Club che possano coinvolgere, direttamente o indirettamente, interessi finanziari o non finanziari propri o di parenti entro il terzo grado o conviventi. L'obbligo vale anche nel caso in cui, pur non essendovi un effettivo conflitto di interessi, la partecipazione del dipendente o del socio all'adozione della decisione o all'attività possa ingenerare sfiducia nell'imparzialità dell'Aero Club.
5. Il dipendente o il socio si astiene in ogni altro caso in cui esistano gravi ragioni di convenienza.
6. Il dipendente o il socio, ove ricorrano i presupposti di cui alle precedenti disposizioni, ne dà comunicazione scritta al responsabile dell'ufficio o al C.D., che decide sull'astensione.

Art. 7 – Riservatezza
La politica Aero Club è quella di fornire le informazioni giuste alle persone giuste, in modo prevedibile, controllato e motivato. L'accesso a fonti informative non di propria competenza é impedito, ma non in modo assoluto. Ma deve essere la propria cultura a porre un limite diligente alla curiosità.
1. Il dipendente:
a) non fornisce informazioni in merito ad attività istruttorie, ispettive o di indagine in corso presso l'Aero Club; in particolare, non fornisce informazioni volte a consentire l'individuazione di altri dipendenti o soci coinvolti direttamente nelle questioni in corso di valutazione, né fornisce informazioni in merito alle domande in corso di istruttoria.
In particolare è vietato fornire informazioni su:
• Prezzi di acquisto
• Tecnologie utilizzate
• Soluzioni tecniche ed organizzative applicate.
• Password di accesso, comprese quelle riguardanti i siti Internet. (d'altra parte cederle è reato penale)
• Informazioni tecniche ed amministrative di cui si è venuti al corrente nello svolgimento dell’incarico svolto.
• Identità private analogiche o digitali.
• Struttura dell’Aero Club, numero dipendenti, nomi, funzioni (abilitato a fornire questo tipo di informazioni: Responsabile Pubbliche Relazioni, Consiglio Direttivo, Responsabile Organizzazione).
b) non rilascia informazioni in merito a provvedimenti relativi a procedimenti o esami in corso, prima che siano stati ufficialmente deliberati dall'Aero Club e comunicati formalmente alle parti.
Si può invece dire tutto quanto indicato nei prospetti commerciali (schede aeromobili, descrizioni dei servizi e dei listini) e nel Sito Internet.
Ulteriori approfondimenti sono disponibili nel "Manuale delle Procedure" (di prossima pubblicazione); i soci si obbligano ad approfondire la loro conoscenza, prima di esporre a situazioni difficili o sgradevoli l'Aero Club.
2. Il dipendente consente l'accesso indiretto (tramite documentazione a mano o invio elettronico) alle informazioni a coloro che ne abbiano titolo, nei limiti in cui ciò non sia escluso dal segreto d'ufficio, da disposizioni legislative o regolamentari e dagli obblighi di riservatezza.

Art. 8 - Rapporti con gli organi di stampa e altri mezzi di telecomunicazione
1. Il dipendente, il collaboratore il socio o l'allievo si astiene da ogni dichiarazione pubblica che possa incidere sull'immagine dell'Aero Club.
2. Il dipendente, il collaboratore il socio o l'allievo non sollecita la pubblicità o anche la semplice divulgazione, in qualunque forma, di notizie inerenti l'attività dell'Aero Club.
3. Il dipendente, il collaboratore il socio o l'allievo non intrattiene rapporti con gli organi di stampa. Nel caso in cui sia destinatario di richieste di informazioni o chiarimenti da parte di organi di stampa, ne informa tempestivamente il responsabile dell'ufficio o direttamente il C.D.

Art. 9 – Rapporti con i Soci
1. I rapporti con i Soci, gli allievi ed i collaboratori sono contraddistinti da professionalità, rispetto esemplare, spirito di servizio, con l'obbiettivo di fornire servizi innovativi utili ed interessanti e la migliore assistenza per ottenere un significativo ritorno di soddisfazione.
2 . I valori dei servizi sono fissati in modo equo, tenendo conto dei valori di mercato, delle normative e degli obblighi istituzionali, per remunerare onestamente e sufficientemente dipendenti e collaboratori e per garantire al Socio e all'allievo, la massima convenienza per lo svolgimento delle attività di volo e sociali.
3. Ogni consiglio è fornito onestamente nell'interesse del Socio o dell'allievo, il suo vantaggio è il vantaggio dell'Aero Club.
I Soci e gli allievi devono essere scelti fra quelli che condividono effettivamente i valori Etici nei quali l'Aero Club crede. La mancata adesione a questi principi esclude l'appartenenza al Club.

Art. 10 - Rapporti con i fornitori
1. I Fornitori sono scelti preferibilmente fra quelli che lavorano seguendo veramente un Sistema Qualità e che, nei rapporti preliminari, si dimostrano puntuali, rispettosi e organizzati secondo le più moderne tecnologie.
2. Le trattative non devono essere concluse solo sulla base della mera concorrenzialità del prezzo ma tengono conto del valore differenziale degli elementi indicati con una attenta valutazione dell’eventuale “ Bilancio degli Intangibili ”.
3. Ai Fornitori strategici e continuativi è richiesto sottoscrivere e sostenere quanto contenuto nel Codice Etico dell'Aero Club.

Art. 11 - Regali o altre utilità
1. Il dipendente non accetta, neanche in occasione di festività, per sé o per altri, regali o altre utilità aventi valore economico da soggetti (persone, società o enti) in qualsiasi modo interessati dall'attività dell'Aero Club, ad eccezione di regali d'uso di modico valore.
2. Il dipendente che riceve, indipendentemente dalla sua volontà, doni o altre utilità di non modico valore, ne dà tempestivamente comunicazione scritta al responsabile dell'ufficio e provvede alla loro immediata restituzione per il tramite della Direzione.
3. Il dipendente non accetta denaro o altre utilità per la partecipazione a convegni, riunioni, manifestazioni od eventi. Il rimborso delle spese di viaggio e soggiorno è ammesso nei limiti in cui queste siano autorizzate per iscritto.

Art. 12 - Attività collaterali
1. Al di là di quanto previsto dal Regolamento del Personale, il dipendente non svolge comunque attività che contrastino con l'adempimento dei compiti d'ufficio.
2. Il dipendente interviene in tale qualità a convegni, seminari manifestazioni ed altri incontri solo qualora gli stessi siano adeguatamente qualificati dal punto di vista istituzionale, tecnico o scientifico e strettamente attinenti a materie di specifico interesse per l'attività d'ufficio affidatagli.
3. Il dipendente che ha intenzione di pubblicare articoli di stampa che abbiano ad oggetto materie di competenza dell'Aero Club, ne informa il C.D. che ne deve autorizzare il contenuto. I soci sono liberi di esprimere le loro idee nei modi che ritengono più opportuni ma non possono pubblicare articoli di stampa che abbiano ad oggetto materie di competenza dell'Aero Club assumendosene personalmente e direttamente la responsabilità.

Art. 13 - Comportamento nella vita sociale
1. Il dipendente o il collaboratore non si avvale della posizione che ricopre nell'Aero Club per ottenere utilità che non gli spettino. Nei rapporti privati, evita di dichiarare o lasciare intendere tale posizione in tutti i casi in cui la relativa menzione non risponda ad esigenze obiettive.
2. Il dipendente o il collaboratore non intrattiene con chi abbia interesse in procedimenti presso l'Aero Club, rapporti tali da compromettere la sua indipendenza di giudizio. 3. Il dipendente non procede direttamente ad operazioni finanziarie che coinvolgano imprese o persone o soci parti di un procedimento in corso di istruzione presso l'Aero Club. Egli non utilizza né fornisce per gli stessi fini informazioni delle quali è venuto a conoscenza in virtù della propria appartenenza alla struttura dell'Aero Club.

Art. 14 - Vigilanza sull'applicazione del codice
1. L'Aero Club designa una persona di notoria indipendenza, da individuarsi tra coloro che esercitino o abbiano esercitato le funzioni di magistrato ordinario, amministrativo o contabile, che abbiano dimostrato giusta conoscenza del mondo aeronautico, o che siano riconosciuti come persone morigerate ed equanimi o che abbiano contribuito alla fondazione del sodalizio, che vigili sulla corretta applicazione del presente codice anche ai fini della risoluzione di casi concreti, avvalendosi della collaborazione della Direzione del C.D. e dei responsabili dei vari settori operativi dell' Aero Club.

Art. 15 - Direzione
Il personale direttivo dell'Aero Club si impegna sul proprio onore a far rispettare da ciascun Collaboratore il contenuto di questo Codice, consapevole di fornire alla società civile un esempio positivo di evoluzione e onestà; è tenuto a valorizzare al massimo le capacità dei migliori elementi non ponendo mai limiti alla loro maggiore assunzione di responsabilità professionale e aziendale.
È anche tenuto ad allontanare dall'Associazione le persone che dimostrano con il comportamento di ogni giorno, di non condividere nella sostanza i valori Etici qui indicati.


Modello depositato, vietata la riproduzione anche parziale dell’opera, qualsiasi violazione sarà perseguita a norma di legge
il club

il consiglio direttivo
lo statuto
il codice etico

l'aeroporto

come raggiungerlo
regolamento di scalo

la flotta

Piper PA 23 - 235

le tariffe
associarsi

f.a.q.
cosa occorre
come fare

per i soci

prenotazioni
ristoranti/bar
tessere f.a.i.

visite mediche